AI WorkLab: AI e Open Innovation rivoluzionano le assicurazioni

27 Novembre 2017
Oltre a sponsorizzare l’acceleratore LUISS ENLABS, Sara Assicurazioni è tra i partner del programma di incubazione AI WorkLab, dedicato all’intelligenza artificiale e lanciato da LVenture Group e LUISS ENLABS. La call per partecipare al programma è aperta fino al 30 novembre a talenti individuali, team e startup, che avranno la possibilità di ricevere un grant di €2.500 (equity free) e l’accesso a un percorso di tre mesi che si terrà a partire da gennaio a LUISS ENLABS. In questa intervista, Marco Brachini, Direzione Marketing, Brand e Customer Relationship di Sara Assicurazioni, spiega perché l’azienda è interessata al programma, al settore dell’intelligenza artificiale e all’Open Innovation.

Perchè Sara Assicurazioni ha deciso di diventare partner di un programma come AI WorkLab?

“Diversi sono i motivi che ci hanno spinto a prendere parte al programma e a entrare in contatto, più in generale, con LUISS ENLABS. Osservare da vicino il mondo delle startup e le logiche di sviluppo di business case nell’ambito di un programma di incubazione ci consente di acquisire metodi e mentalità “agile” da riproporre anche all’interno del nostro contesto aziendale. Importante è l’effetto di contaminazione e di partecipazione che l’iniziativa può generare sul nostro personale e le dinamiche di emulazione virtuose che può produrre nella nostra quotidianità professionale.”

Per quale motivo ritenete che l’Intelligenza Artificiale sia un settore particolarmente interessante in questo momento?

“Per il mercato assicurativo e per Sara in particolare la tecnologia è un abilitatore che ci permette di valorizzare al meglio il servizio sui nostri clienti. La AI, più di altri temi oggi sul tavolo, collegata ad es. a strumenti come le chatbot, ci consente di aumentare il numero di touch point di servizio sui nostri assicurati aumentando qualità e frequenza di contatto. Siamo il primo assicuratore in Italia che ha già lanciato una chatbot per il tracking del sinistro sugli assicurati e molto altro ancora ci aspettiamo di scoprire, come soluzioni di servizio, attraverso il programma di AI WorkLab.”

Quale impatto pensate che l’Intelligenza Artificiale possa avere nell’innovare sul settore assicurativo?

“Il tema del machine learning è molto attuale e, nell’ambito del nostro settore, ci permetterà di dare maggior concretezza al concetto di omnicanalità così da soddisfare al meglio la customer experience dei nostri clienti che è, e vuole essere, sempre più ibrida e crosschannel. L’impatto si può tradurre in una maggiore prossimità al cliente, migliori livelli di servizio e quindi un più soddisfacente customer journey con migliori livelli di loyalty. In altre parole, un miglior governo del business attraverso una più attenta e calibrata prossimità al cliente.”

Perchè ritenete che il modello dell’Open Innovation, basato sulla collaborazione tra startup e grandi aziende, possa essere la strategia giusta per innovare per le corporate?

“Date le nostre dimensioni per Sara non ha senso sviluppare un competence center – solido ed efficace – sulla innovazione all’interno della nostra struttura. È molto più utile e, soprattutto, efficiente lavorare fianco a fianco con chi mastica questi temi tutti i giorni e ci permette di assorbire nuova mentalità e approcci lavorativi per effetto di una contaminazione virtuosa. Abbiamo in atto una trasformazione digitale importante che ci accompagnerà nel breve/medio periodo e una delle sfide più grandi sarà quella del cambio culturale delle nostre persone (dipendenti e rete di vendita agenziale). Il modo più semplice e utile per farlo è anche quello di collaborare con il mondo delle startup e con competence center come quello di LUISS ENLABS.”